Questa mattina dicevano al Senato:

Avere figli è un desiderio, non un diritto. Invece, un bambino/a ha il diritto ad avere un padre ed una madre perché è naturale, perché ognuno nasce da un padre e una madre.

Anche un bambino abbandonato aveva un padre ed una madre, che lo hanno gettato via come un rifiuto. Come la mettiamo? A cosa ha avuto diritto il bambino in questo caso? A due persone che lo odiano.

La diversità sessuale di due genitori non è garanzia di alcunché, nonostante molti Senatori la pensino diversamente.

Non sarebbe, invece, più sensato parlare di diritto del bambino/a ad avere due genitori che lo amino indipendentemente dal loro profilo genetico?

Nessuna persona si sceglie i genitori, ed è proprio per questo che si dovrebbe insistere sul diritto di poter essere genitori, indipendentemente dal sesso.

C’è gente desiderosa di seguire per la vita la crescita e lo sviluppo di altri, cioè la definizione di quello che dovrebbe fare un padre o una madre. Dire a queste persone: “no, non potete perché siete due uomini” o “siete due donne” è aberrante.

La violenza contro i bambini è questa: restringere le loro possibilità di avere una famiglia felice, tirando in causa argomentazioni traballanti e citando testi sacri scritti millenni fa in un altro tempo e per un altro mondo.

Dovrebbe scattare un qualche tipo di senso etico o di obbligo morale, qualcosa che faccia capire a chi è contrario alle famiglie “omogenitoriali” che discriminare sulla qualità dell’amore è un atto violento e odioso e che si distingue dalla violenza fisica solo per le modalità, non per l’intensità.

Pietro

Featured image @ repubblica

 

Annunci

3 pensieri su “#Unionincivili in scena al Senato

  1. Che i bambini vengano abbandonati è ingiusto, che si trovino in una famiglia dove padre e madre non li amano è ingiusto, che i bambini vengano maltrattati dai genitori è terribile e ingiusto, che i bambini non abbiano i due punti di riferimento – maschile e femminile – necessari a una sana crescita psicologica è ugualmente terribile e ingiusto. Se le prime ingiustizie sono illegali perché dobbiamo legalizzare l’ultima?

    Mi piace

    1. Il punto chiave è che non esistono prove scientifiche che dicano che “i punti di riferimento maschile e femminile” siano necessari ad una sana crescita psicologica. Infatti, la presenza di una figura maschile e di una figura femminile sono esclusiva di molte società occidentali dove esiste la famiglia in senso cattolico e non è ad esempio contemplata la poligamia. Esistono anche delle società, in altre parti del mondo, dove c’è un uomo e ci sono 20 mogli diverse, dove, ancora, il figlio o la figlia vengono cresciuti in un ambiente composto esclusivamente da maschi o da femmine. Questo tipo di esempi possono essere estesi anche ad altre razze animali, oltre a quella umana. Il punto fondamentale che evidenziano le ricerche scientifiche è che tutto ciò che serve è un ambiente sereno. Se non si usa la scienza ma il senso comune, la credenza religiosa o l’eccesso di approssimazione, non si potrà mai affrontare questo argomento come merita.

      Mi piace

      1. Purtroppo gli studi psicologici dicono il contrario e laddove sono mancati i due punti di riferimento la crescita è stata tutt’altro che sana e equilibrata. Ciò non toglie che alcune forme di società abbiano provveduto a fornire entrambi i punti di riferimento in modo diverso rispetto alla famiglia tradizionale, ma vi hanno comunque provveduto. È la presenza stessa di una parte femminile e di una maschile in ogni essere umano ad esigere punti di riferimento che garantiscano lo sviluppo armonico di entrambe.
        Non sono ostile agli omosessuali, proprio per niente, ma vorrei che la libera scelta di uomini adulti non compromettesse la crescita serena dei bambini.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...